Perchè non la trovo?

Annunci

Are we born to run?

Christopher McDougall at TED Talks in 2011. Are we born to run?

Sto leggendo “Born to run”, un libro che vi consiglio: vi porterà a un livello superiore di coscienza riguardo al correre.

 

Keniathlon

Kalenji

Kalenji. Non è una pubblicità, è una tribù. La tribù degli dei della corsa. Qualcuno li vuole fermare. E tu invece li incensi, li adori, li idolatri. I keniani. Giuri che non l’avevi mai saputo, ma che ora che lo sai, rispetti le scelte di marketing di una certa azienda, che ha messo il carico da 11 per la sua linea di prodotti. Ogni giorno, ogni ora, c’è chi si sentirà keniano solo per quel marchio e quel nome.

A ‘sto punto, chi li vuole fermare dovrebbe negarne l’esistenza. Esistono coloro che hanno polemizzato sul fatto che i keniani vincano tutte le manifestazioni. Certo, è dura per chi deve sbarcare il lunario e non ha la struttura corporea dei Kalenjin. Prendi un bianco caucasico con le gambe pesanti, ad esempio.

Gli schiuma-rabbia – gente con il paraocchi che non vede la bellezza della diversità – potrebbero tenere un atteggiamento da sofisma su Achille e la tartaruga: quest’ultima non viene mai presa dal piè veloce, solo se smagheggi un po’ con gli split. Ebbene, dire che in fondo il Kenia non esiste, che è solo un’accozzaglia di tribù, e quindi non esistono neppure i keniani. Non andrebbero lontano, gli schiuma-rabbia. Non tanto quanto i keniani, comunque.

Dicono che i keniani stanno ammazzando il movimento del running. Ma tu lo sai che non è vero e che anzi, i keniani – i Kalenji e tutte le tribù nilotiche coinvolte – stanno portando la corsa al suo livello più alto. Ami i keniani perché nella tua ignoranza li immagini mentre corrono sui loro altipiani, ogni giorno, ogni ora, prima di invadere ogni gara di livello internazionale. Lunga corsa ai keniani!

Fortemente Off Topic /19 Misura, Memoria, Felicità

SAGITTARIUS (Nov. 22-Dec. 21): “The only thing that we learn from history,” said the German philosopher Georg Hegel, “is that we never learn anything from history.” I’m urging you to refute that statement in the coming weeks, Sagittarius. I’m pleading with you to search your memory for every possible clue that might help you be brilliant in dealing with your immediate future. What have you done in the past that you shouldn’t do now? What haven’t you done in the past that you should do now?

L’oroscopo di Rob Brezsny di questa settimana (valido dal 27 Giugno) è chiaro, mi spinge a cercare nella mia memoria cose che potrebbero aiutarmi nel futuro immediato. Cita Hegel, Rob, ed è una citazione amara. Non impariamo mai niente dalla storia e esattamente questo è tutto ciò che impariamo dalla storia. Come potrò avere un rendimento superiore alla media, io?

TrilussaFelicità

Intanto ho trovato una piccola cosa interessante, uno speech di Clayton Christensen al TED 2012. Dura venti minuti e vale la pena ascoltare. Potrebbe sembrare uno di quei discorsi buonisti di fine carriera dove il guru di turno viene a dare la sua benedizione per le generazioni future di businessmen che si roderanno il fegato e si stresseranno. Però, questo speech di Clay ha un pregio: mi ha fatto capire perché “dio” ( o l’entità superiore che ci giudicherà, la Natura o noi stessi ) non si preoccupa di che posizione uno occupi sulla scala sociale.

Continue reading “Fortemente Off Topic /19 Misura, Memoria, Felicità”

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑