La vita come un fiume…

La vita è come un fiume in piena, a volte e noi dobbiamo solo cercare di tenere la testa fuori dall’acqua. Questo è quello che potrebbe pensare la mia dolce metà, dovendosi inventare come gestire bimbe, casa, lavoro. In tal senso il corso di circo frequentato qualche anno fa è servito, perchè ci ha resi più consapevoli delle nostre capacità di giocolare tra mille impegni.

Per un mese e mezzo le sono sparito da casa. Dal mio punto di vista, è stato il Nullarbor Plain della corsa, a meno che non si voglia considerare corsa le tre o quattro uscite (?) in palestra e la sgambata di 8K all’incrocio dell’A4 con l’A22.

Dal punto di vista personale è stato un mese proficuo: ho imparato un po’ di cose sul lavoro, ho fatto nuovi amici (/contatti/link/…the next social thing). E, udite udite, ho imparato a giocare a calcio balilla. Cioè, quanto meno a stare sul campo e a togliermi alcune soddisfazioni. Questo era il massimo dello sport, dopo le lunghe cene dopo le lunghe giornate di lavoro.

La vita come un fiume in piena. Io, rispetto alla mia dolce metà, ero almeno attaccato a un tronco d’albero.

In uno degli ultimi ritorni dal buen retiro ho ascoltato Bianca Atzei, che condivido volentieri qui. Una voce piena, un fiume di emozioni.

Annunci

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑