Sic Transit Gloria Mundi

“alla riscossa stupidi che i fiumi sono in piena potete stare a galla”

 

Questi due, Matteo e Luigi, tanto hanno fatto e brigato che ora il loro contratto di governo è finalmente governo (o quasi).

GloriaMundi

 

A che prezzo? Quando già dalle parole usate (contratto di governo) si evince una totale adesione all’immaginario aziendalista e non una stilla di respiro rivoluzionario (tanto decantato ma soffocato nelle stanze dai travet à la Toninelli, concentratissimi a scrivere il programma come un compitino sotto dettato).

A che prezzo? Quando le macchinazioni in atto (oscure, nascoste) non si discostano per nulla, nello stile, da quelle di colui che è vissuto come un padre politico scomodo – ovviamente, un padre nascosto; un padre da cui allontanarsi mediaticamente ma di cui prendere eredità e “macchina politica”.

L’anagramma dei loro cognomi dà “Anima di Silvio”. Il programma è un coacervo di illusioni da “secessione dalla realtà”, da pars destruens di una nazione. E adesso pure la faccia del nuovo premier somiglia tanto a quella di un giovane Silvio alle prime armi.

 

Q U E S T A   N O N   È   U N A   E S E R C I T A Z I O N E

 

Guardate bene il sorriso, il suo ammiccare ai poteri che gli permettono di essere lì a rappresentare la nazione. Guardate la mise, i colori così ben coordinati, le bandiere. Pare che il partito della nazione sia qui. Pare che l’anima di una democrazia pelosa, eterodiretta e corporativista, votata all’autarchia e giocata sulle paure delle classi sociali più deboli ed esposte, stia svelando finalmente il suo soffocante ghigno di morte.

 

Sic Transit Gloria Mundi.

Up Patriots To Arms!

 

Annunci

Biella emozionale

La biella è un elemento meccanico di collegamento tra altri due membri cinematici di un meccanismo, dotato di moto rotatorio e traslatorio.

Non ci sono parole per descrivere quel pezzo di mio cuore che riceve il pallone, si gira, calcola dove tirare e inchioda il portiere.

Così provo a farlo con una traduzione.

Una biella emozionale è un elemento psicologico che lega due membri di un rapporto padre-figlia, dotato di moto pulsatorio e traslatorio, per cui il cuore del padre batte all’impazzata quando la figlia roto-trasla e segna.

Biella è anche una città, il cui giro turistico si può riassumere in: viste le sue montagne intorno, visitato il C/C Gli Orsi, vissuta la piscina, segnato gol, mangiato alla pizzeria La Piramide.

 

Marcia delle cascine

Non mi era mai capitato di sentire recitare il padre nostro prima della partenza della gara, ma ad Opera sono sotto scadenza elettorale e il sindaco uscente (non più ricandidabile) ha pensato bene di dare un segnale forte. Come ha detto Francesco del Naviglio, così pensano di fermare l’isis.

Aldilà delle battute, oggi giornata spettacolare: reunion dei Fra! E una bella festa di corsa. Complimenti agli organizzatori della 23a Marcia delle Cascine a Opera. Tre percorsi, per poter godere dei campi e delle cascine e un passaggio sul tappeto verde del golf club. L’unico appunto è sull’orario, le 9:30 è tardi, anche con la benedizione del prete 😂 infatti dalle 10:30 in poi il caldo è stato un problema…

Dal punto di vista della presentazione 4 km con Francesco e 12 da solo superando qua e là chi riuscivo a raggiungere. Saluti a Marta – stra-salutata da tutti – con la quale ho diviso due chiacchiere in prossimità del ristoro ai 10k.

Ho chiuso in 1h20′ e mi sono goduto la mattinata 😉 pasta e passata di pomodoro nel pacco. Tanta gioia nel cuore.

IMG_20180520_090659.jpg

 

Mattarella’s Eyes

 

Cercasi per collaborazione con una band che possa arrangiare il pezzo storico di Kim Carnes sulle parole rivisitate da me (vedi più sotto). Astenersi perdigiorno. Tipo gente che finge smodate riflessioni dietro occhiali di corno solo perchè ha gli acchi azzurri come il mare e quindi pare che stia pensando tutto lui (io quello sguardo lì ce l’ho quando facccio una Inner Join e penso a un CercaVert, per esempio).

Requisito fondamentale: la cantante.

Ella (non Fitzgerald) deve avere all’incirca la voce della Kim Carnes, ma va bene anche se fosse tipo Janis Joplin di ‘Piece of my Heart’ o al più come Giusy Ferreri che chiama un beìdge alla cassa 9. Insomma, voci taglienti da averci in gola vetri, whisky, agrifoglio e candeline rosse… (‘sto baglioni che esce prepotente dai miei scritti non lo riesco a capire) Sennò chi se lo fila Sergio che si stuzzica il Quirinale.

Giù in fondo ho messo il video con testo della canzone del 1981.

 

Presidente_Sergio_Mattarella - eyes

“Mattarella’s Eyes”

 

His hair are Snow-White white

His lips as cold as ice

His hands are always cold

He’s got Mattarella’s eyes

He’ll turn consultations on

You’ll won’t have to be two

He’s pure as Proportional dry

He’s got Mattarella’s eyes.

 

And he’ll tease you

He’ll unease you

With all those History questions

He’s really focused and he knows just what it

Takes to make a govern

He got Nilde Jotti stand-up sighs

He’s got Mattarella’s eyes.

 

He’ll let you take him home

(It whets his Quirinale)

He’ll lay you on his throne

He got Mattarella’s eyes

He’ll take a tumble on you

Troll you like you a dice

Until you come out blue

He’s got Mattarella’s eyes

 

He’ll expose you, when he

Showel you

Off the Hill as you were

two pivellons

He’s ferocious and he knows just what it

Takes to make a govern

All the boyz think he’s a bad guy

He’s got Mattarella’s eyes.

 

And he’ll tease you

He’ll unease you

With all those History questions

He’s really focused and he knows just what it

Takes to make a govern

All the boyz think he’s a bad guy

He’s got Mattarella’s eyes (sssssssssssssssssssssssss)

 

And he’ll tease you

consultations

Just to spread you

He’s got Mattarella’s eyes

He’ll expose you, when he

shovel you 

History queeeeeeestions

He’s got Mattarella’s eyes

(two pivellons)

 

Mattarella’s Eyes – Testo di The Running Franz (C) 2018

 

 

 

Love It Or Leave It. (feat. Gigi Marzullo & Tonino Guerra)

Cestista inesperto googla ‘gancio cielo’.
Si ritrova a un concerto di Claudio Baglioni

Come non accorgersi che non è la boutade che ti risolve una situazione ma piuttosto la storia che ci costruisci intorno? (Come spiegarsi altrimenti tutti quei tizi concentrati a scrivere la storia che si potrebbe condensare nell’espressione ‘Anima di Silvio‘?)

Come cercare di salvarsi da un inferno “lastricato di buone intenzioni” con una pavida promessa del ‘non lo faccio più’, non imbocco più quella via sdrucciolevole?

Come impatta l’eterogenei dei fini sulla vita di tutti i giorni?

Oggi così. Love It Or Leave It. Ci vorrebbe un ettaro di cielo a testa, oggi.

 

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑