Là dove si rigonfia il Mincio


Meravigliosa Mantova, e le sue donne: Angela, Claudia, Gonzaga, Osanna, Isabella. Al Castello San Giorgio ci dovrebbe essere un monito per chiunque vi entra: “Mantenga un contegno, contengo un Mantegna”. Angela è un cognome così pur Gonzaga, Osanna è una beata che apparsa in molteplici dipinti e che infine ho trovato addormentata nel Duomo, di fianco all’altare maggiore. Isabella è un nome importante per il palazzo che abbiamo visitato mentre Claudia è la guida che ci ha illustrato le storie racchiuse a Palazzo Te. 

All’ingresso della Camera degli Sposi, a Castello San Giorgio in Mantova,  ci vorrebbe un’iscrizione anagrammatica. L’iscrizione sarebbe questa: “Mantenga un contegno, contengo un Mantegna”.

Quante storie contiene un palazzo?

Dipende da ciò che quel palazzo rappresenta. Ma dipende anche da chi te le racconta. Una storia d’amore, uno sfoggio di potere. Tutte due insieme. Se la “mediazione iconica” la dai da gestire a Giulio Pippi, detto Giulio Romano, diventa uno straordinario percorso d’arte tra architettura, pittura, scultura.

A chi dice che con l’arte non si mangia, vorrei far notare l’abbuffata che ho fatto in solo un’ora e mezza a Palazzo Te, Mantova. E tutto questo grazie a una guida – Claudia, davvero bravissima – che ci ha spiegato come i Gonzaga abbiano costituito per quattro secoli una potenza militare ma sopratutto culturale. Come Giulio Romano abbia fatto sì che il titolo venisse poi conferito.

Per la visita a Palazzo Te abbiamo deciso di optare per la ‘guida in carne e ossa’ al posto dell’audioguida. Ci sembrava più completo ma anche più giusto, completo perchè le guide svelano l’arte e entrano in relazione con te, giusto perchè una guida si realzza umanamente nello spiegare ciò che ha studiato. Abbiamo capito subito che la scelta è stata azzeccata. Una spiegazione appassionata ha reso vivi ogni singola stanza, ogni cortile, ogni stucco e ogni affresco. A Palazzo Te, c’è la storia di un amore di Federico II per Isabella Boschetti e la storia dei Gonzaga che si giocano tutto (Federico II Gonzaga) per aver il titolo ducale. E le due cose si intrecciano in un unicum.

Ringrazio Claudia perchè senza la sua umanità queste stanze avrebbero ancora pareti, ma nessuna storia. Immgino che a passare senza guida, ciò che avrei ottenuto è una occhiata senza cogliere il punto vero. Certo immagino che l’audioguida esponga i fatti e i significati principali, ma non ci metterebbe il lievito del commento e del confronto che è necessariamente diverso per ogni gruppo in visita. Proprio mentre eravamo a Mantova, abbiamo saputo che Alberto Angela ha dedicato ai Gonzaga (e alla meravigliosa Mantova) una puntata delle sue Meraviglie. Il racconto dell’arte è molteplice e ogni volta che si torna su un argomento, se ne trovano continuamente nuovi spunti. Ma è la passione di Claudia la guida a indicarmi di vedere la puntata di Alberto Angela e non, viceversa, la magnificenza e la potenza di mezzi (meritate entrambe) dell’Angela a portarmi a Mantova. Comunque vedrò la puntata e tornerò a Mantova, perchè a questo punto meglio finirlo il lavoro culturale iniziato. La Camera degli Sposi non l’abbiamo vista. Abbiamo preferito una stanza di 15 mq nella provincia mantovana. Ma è là dove si rigonfia il Mincio (lago superiore, lago di mezzo, lago inferiore) che si staglia netto il significato dei Gonzaga della storia di Mantova.

“Mantenga un contegno, contengo un Mantegna”.

Annunci

2 risposte a "Là dove si rigonfia il Mincio"

Add yours

What your verse will be?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

RunWithMe-Italy

Never Give Up!

Aspie Airlines

Fasten your seatbelt & enjoy the flight

Giova 365

Run every day

Tracce di jazz

from jazz-fans to jazz-fans

The History of Parliament

Blogging on parliament, politics and people, from the History of Parliament

BieFfe Stories

Lasciati scrivere da un tratto di penna, come nel migliore dei romanzi

American Intelligence Media

Citizens Addicted to Truth

Chaotic Shapes

Art and Lifestyle by Brandon Knoll

Podologia e Biomeccanica

Sport, biomeccanica e podologia generale

almerighi

amArgine come sempre

mezzaginestra

Cultura? Pop e piano, sir.

EPOCHE' (fotoblog di francesco)

"Io non dischiudo nè nascondo ma al contrario faccio vedere" (Eraclito)

Creando Idee

Idee e articoli per rendere meravigliosa la casa

Ilmondodelleparole

Una parola è un respiro

Pensieri spelacchiati

Un piccolo giro nel mio mondo spelacchiato.

We Who Run

for the love of running and fitness

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: