Gambe ne abbiamo?

Mi ricordo che quando ero più giovane (fate un bel -20 e ci siete) una volta sono andato in comitiva al Rifugio Gianetti che sta sotto il Pizzo Badile. Tornando indietro da lì per altra via, superata la Cima del Barbacane siamo arrivati al rifugio Omio. Guardate, i nomi ve li dico perchè li sto googlando, ma la sensazione quella ce l’ho addosso adesso. E quella sensazione è anche la ragione per cui scrivo questo pezzo.

Dal Rifugio Omio, io e altri due giovani camosci ce la siamo fatta di corsa fino alle macchine, stabilendo un bel primato (credo) tra i gitanti della domenica ma di fatto ponendo le basi per il più grande body shutdown mai assaporato! Gambe che non funzionavano più, per dire, scale fatte solo perchè andavo in opposizione con le braccia. L’ascensore di casa ovviamente aveva smesso di funzionare proprio il giorno prima, quasi in muta opposizione all’impresa scriteriata. Tutto ciò per tre o quattro giorni pieni.

La sensazione di allora la sto sentendo ancora in questi giorni (sebbene sia molto meno devastante, più circoscritta). Il “quasi trail di 24K” di domenica mi ha devastato le gambe, anche ora non riesco tanto bene a camminare (ma fortunatamente non ho bisogno di braccia per aiutarmi) e ieri sera sono andato a letto alle 19, mi sono svegliato alle 22 per mangiare giusto un po’ e poi sono tornato a letto. In realtà avevo anche pensato di saltare la cena e questo indica quanto io fossi devastato (“Franz” e “saltare la cena” sono due concetti antitetici).

 

Misery no morire

 

Oggi va un filo meglio, per fortuna. Sapete che c’è? Datemi ancora un paio di giorni e sarò tornato come nuovo. A quel punto, sarò ancora sulla cresta di qualche idea scriteriata. A meno che mia moglie non mi abbatta con una bella mazzata sulle caviglie (tipo Misery non deve morire). Da tempo sogno di ripetere l’impresa “Varzi – Oramala – Poggio Ferrato – val di Nizza – Home”, stavolta senza perdermi dalle parti della Cascina Legra .  Dovrebbero essere circa 20 km, potrei addirittura risalire da Trebbiano – invece che risalire da Campalbino – e aggiungere il Monte Calcinera come ciliegina sulla torta.

Oppure un’altra bella gita potrebbe essere da Castel Verde a Oramala, via Passo dell’Aquila (per il percorso ringrazio Cristiano Zanardi di ‘A un passo dalla vetta’) da dove poi riprendere verso casa… Ma forse qui non aggiungerei la risalita dalla Val di Nizza perchè iniziano a essere un bel po’ di chilometri. Ma prima devo chiedermi: Gambe ne abbiamo?

Annunci

5 risposte a "Gambe ne abbiamo?"

Add yours

What your verse will be?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

Chaotic Shapes

Art and Lifestyle by Brandon Knoll

Podologia e Biomeccanica

Sport, biomeccanica e podologia generale

almerighi

amArgine come sempre

mezzaginestra

Vivo di alzate d'ingegno / e sorrisi di donna.

EPOCHE' (fotoblog di francesco)

"Io non dischiudo nè nascondo ma al contrario faccio vedere" (Eraclito)

Creando Idee

Idee e articoli per rendere meravigliosa la casa

Ilmondodelleparole

Una parola è un respiro

Pensieri spelacchiati

Un piccolo giro nel mio mondo spelacchiato.

Just another weight loss story

Just another weight loss story

We Who Run

for the love of running and fitness

Silenzio Fotografico

Fotografie che fanno rumore, in silenzio.

Insurgent art.

Stimoli e idee per un nuovo mondo.

O' Canada

Reflections on Canadian Culture From Below the Border

Riccardo Fracassi

Non solo Fotografia

Il mio giornale di bordo

Il Vincitore è l'uomo che non ha rinunciato ai propri sogni.

Scattered Words

scribbles by Hemendra Dibaakor

Frank Solanki

If you want to be a hero well just follow me

RUDI

pensierini sull'Inter, la Sinistra, Bologna, musica, cinema, viaggi e letteratura

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: