Message in a bottle

Ok, stop.

L’ultimo post l’ho scritto due settimane or sono, credendomi ormai pronto a un ritorno all’attività podistica. Ero troppo contento di aver corso 3 volte in una settimana. Sono tuttora contento di non aver mai mollato e aver corso in questi mesi un 10K di tanto in tanto. Mi pare di aver così tirato un ponte tibetano: traballante quanto volete, ma che mi potesse traghettare da una parte all’altra di un abisso. Qeullo dell’assenza della corsa.

Era – quello di due settimane fa – il primo vagito di una nuova stagione. In fondo, per me è normale correre meno durante il grande caldo e riprendere quando Orione inizia a spuntare sulla nostra testa. Invece, stavolta è diverso. Sento che nemmeno tre giorni di allenamento appagante sono bastati a riportarmi nel porto sicuro della corsa.

 

Una volta, sarebbero bastati, vi assicuro, per iniziare una nuova stagione di corsa. Mi ricordo le sere di dicembre che arrivavo a casa dal lavoro, mi cambiavo esaltato perchè fuori nevicava e volevo andarci a correre, sotto la neve. Stavolta non mi hanno smosso granchè. Mi pare di avere il motore imballato. Domenica scorsa ho corso di sera, perchè volevo vedere cosa era successo al Running Franz, sparito un’altra volta dopo la falsa partenza.

La corsa in sè mi è piaciuta e, a parte le gambe pesanti negli ultimi chilometri, mi ha dato il suo solito carico di sensazioni positive. Solo che l’effetto di quelle sensazioni si è esaurito nel giro di una mezz’ora. E così non si è creato il link (psico-fisico) alla corsa successiva. I co? E quindi? Siamo forse al “Famolo strano”? Tentiamo di tutto per rivitalizzare un rapporto un po’ consunto?

Forse la chiave di lettura è questa: si cambia. Il prossimo grande lavoro è recuperare il mio rapporto con la corsa. Qualcosa là dentro si è seriamente danneggiato. Ma non vi preoccupate, non stavo pensando al thriatlon.. piuttosto… potrei iniziare a correre le Beer Run, 1 km una pinta, 1 km, una pinta, 1.. hic… km, ououna…  peeinta… burp!

Almeno partirei con una delle due parti già ben allenata.

I hope that someone gets my,
I hope that someone gets my,
I hope that someone gets my…

 

Annunci

2 risposte a "Message in a bottle"

Add yours

  1. ah Franz, sai una cosa (ma si che lo sai, mi leggi….) ? 4 volte su 5 al mattino sposto la sveglia e continuo a dormire. lo scorso weeekend non ho corso nè sabato nè domenica. in questa settimana ho superato già i 30 km, e quindi va un pò meglio, ma da circa un mese qualcosa si è rotto. ma lo recupero dai. e lo recuperi anche tu

    Liked by 1 persona

What your verse will be?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

Just another weight loss story

Just another weight loss story

We Who Run

Anything and everything to do with running.

Silenzio Fotografico

Fotografie che fanno rumore, in silenzio.

Insurgent art.

Stimoli e idee per un nuovo mondo.

O' Canada

Reflections on Canadian Culture From Below the Border

Il mio giornale di bordo

Il Vincitore è l'uomo che non ha rinunciato ai propri sogni.

scattered words

scribbles by Hemendra Dibaakor

Frank Solanki

If you want to be a hero well just follow me

RUDI

pensierini sull'Inter, la Sinistra, Bologna, musica, cinema, viaggi e letteratura

[ di Antonio Prenna ]

"Questa penombra è lenta e non fa male; scorre per un mite pendio e assomiglia all'eterno"

Racconti ondivaghi che alla fine parlano sempre di amore

“Ships are safe in a harbour, but that’s not what ships are made for”

A GRAN CARRIERA

Il Blog di Mario Piccoli

dario torromeo

Pugilato e altre storie, approfondimenti e notizie (Boxing and other stories, insights and news)

SportHistoria

La storia dello sport, dalle origini ad oggi, come non l'avete mai conosciuta

wwayne

Just another WordPress.com site

Leggo di corsa

Storie di corsa e altro materiale. Ho un sogno: correre un giorno nel Central Park.

EnricaOrlando

Parole, idee e caramelle.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: