180 bpm?!? R U Crazy?!?

metronome-1000x1000

 

Ascolta bene, te lo dicono tutti: 180 bpm è la cadenza perfetta per correre. Ti accorgi (te ne sei già accorto) che la tua cadenza, se va bene , arriva a 170… Decidi quindi che è ora di provare questa cosa, anche se i video che fanno vedere chi corre a 180 bpm ti spaventano un po’. Sono troppo veloci. Però hai visto su Runlovers Club che, ehi!, che differenza quel tizio, da quanto al 5° minuto ha acceso il metronomo. Sembrava una macchina.

Hai paura ma vai avanti comunque. Uno dei tuoi running expert (sul canale youtube Run Experience) ti dà l’idea illuminante. Non è che devi contarli nella tua testa i bpm… e non ti devi portare nemmeno lo scomodo metronomo dei tempi che furono in mano. Ci sono le App, per carità! Siamo nel 2017, dovresti saperlo…

Allora prendi, ne scarichi una e felice come un bambino ti appresti alla prova. Il responso è: ma sei matto? Correre a 180 bpm. Devi impostare 90 sul metronomo e cadenzare il tuo piede destro (o quello sinistro se ti garba di più) sul “clic”. Ma capisci subito che non si tratta di seguire una cadenza, è anche abituare il tuo passo a essere più corto. Probabilmente, più corto è il passo, più c’è la possibilità di correre leggero sulle punte. Ma quando provi ad andare anche solo a 168 bpm, la tua andatura è intorno ai 4’30” per chilometro e ti accorgi che in questo modo ti ammazzerai.

Inoltre, ascoltando il “clic” dell’implacabile metronomo, lasci perdere le sensazioni del tuo corpo. Ad esempio, la tua coscia sinistra ti chiama, in particolare la regione del Tensor Fasciae Late muscle… o non sarà mica la Ilio-tibial Band? A parte che se tocco dietro la coscia è come se ci fossero delle bistecche impilate… ma quanti muscoli ci sono nella coscia? La tua coscia ora sta gridando di smettere. In particolare, c’è un dolore in corrispondenza con la testa del femore (a non cercate su web che escon subito robe brute). Allora a dare ascolto alla coscia, devi per forza camminare per un po’ e poi, dopo un chilometro o poco più, di nuovo.

fascia-laterale-valida-scritta

180 bpm?  R u crazy? 

Alla fine fermi l’allenamento a 7,5 km e non capisci a quanti livelli hai fallito… Probabilmente quando si esce per imparare a aumentare la cadenza non si deve avere altro obiettivo che quello. Se si tiene d’occhio anche la velocità, si rischia di andare in sbattimento. Tic tac Clic Clic Tic Tac sgnik sgnak… dopo un po’ ti smonti.

Correre con il metronomo? Io ho provato ad accorciare il passo, perchè per ora il mio passo medio sta tra il metro e 20 e il metro e 30. Accorciare il passo è l’unico modo per aumentare la cadenza (a parte il farsi montare un altro paio di gambe). Ad accorciare il passo mi pareva di fare la ballerina sulle punte. Solo che non avevo il tutù. Nemmeno al mio peggior nemico, dico io.

ps. in realtà, oggi ho capito una cosa in più della corsa: come poter alleggerire il mio passo. Allenarsi con il metronome: ci vuole pazienza ma alla fine credo dia I suoi frutti. 

 

 

 

 

 

 

 

 

Annunci

6 thoughts on “180 bpm?!? R U Crazy?!?

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...