Sfruttare il cambiamento, elevare la propria corsa.

La vita è un’opportunità d’oro. Prima lo comprenderemo, meglio sarà” (Sri Chinmoy)

Elevare lo status della corsa, equivarebbe per me utilizzare la corsa come driver di pensieri alti piuttosto che come Garbage Collector della mia RAM ingolfata.

 

Nell’ultimo periodo ho affrontato un cambiamento lavorativo, con tutto lo stress che ne può derivare, essendo di base rimasto per tre lustri abbondanti nella stessa ditta prima di questo cambio. Dover dimostrare di essere capace di fare il mio mestiere, con le paturnie che di solito mi assalgono, era per me lo scoglio più grande. In realtà, mano mano che i giorni passano, lo stress è sì parte del gioco ma non pesa molto. Sono tanti e tali i vantaggi che questo cambiamento ha portato nella mia vita, che lo stress si può paragonare a quello di prima. La nuova posizione mi permette di sfruttare le mie conoscenze professionali, ma anche di imparare molto di più. Mi fa sentire di nuovo “vivo”, dal punto di vista professionale.

E così, anche recarmi al lavoro diventa un’opportunità. Nei giorni in cui non lavoro da casa, mi permette di visitare posti nuovi, che finora erano rimasti solo sulla cartina. Sono 55 km di scoperte! Vedete bene che la testa fa tanto: invece di pensare al tragitto casa-lavoro come una rottura necessaria, la vedo in chiave positiva. Ciò forse è possibile perchè in fondo lo faccio poche volte e mi sembra sempre una gita. Però in realtà non è così, in realtà sto valorizzando il mio personalissimo rapporto con le cartine geografiche. E poi, l’avete mai visto il Palazzo Arese-Borromeo a Cesano Maderno e la piazza Esedra e il complesso monumentale che è intorno alla villa. Solo quella, vale il viaggio.

palazzo-arese-borromeo-gianni-leoni

Nella nuova posizione lavorativa, sono molto più libero di gestire i miei orari, nonostante di base siano orari da ufficio e da lì non si discostino molto. Ma avere un orario flessibile è una opportunità d’oro. E così ieri ho corso in pausa pranzo con un mio amico. Sono uscito a mezzogiorno. Dapprima ero spaesato: in un periodo di tanta novità, trovarmi vicino a casa ad allenarmi era una cosa troppo strana. Ma il percorso ben conosciuto e la corsa (attività ben conosciuta) mi hanno aiutato a ritrovarmi subito e godere dei 40 minuti di sport. E so che se infilo ancora qualche allenamento a mezzogiorno, la scimmia della corsa tornerà e sarò pronto per una nuova primavera podistica.

L’aspetto più bello di questo periodo è che riesco a trovare nuove prospettive e meccanismi virtuosi per valorizzare ogni momento della mia giornata. Mi sto godendo il momento, sono più dinamico di testa. Prima di questo cambiamento, per essere così attivo mi servivano sessioni di running a gogo, per buttare via il malessere. Prima dicevo: ‘vado a macinare un po’ di stress e delusioni’. Invece, stress e delusioni le macino direttamente sul lavoro e la corsa serve per elevare il mio spirito. Paziente e fedele, la corsa è sempre lì ad aspettarmi. Ora posso donarle quella libertà cui essa appartiene. Correre è liberare le potenzialità che uno ha in sè. Non è questa una opportunità d’oro?

Annunci

6 thoughts on “Sfruttare il cambiamento, elevare la propria corsa.

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...