Guten Tag – le mie manie

Cristina mi ha invitato a scrivere intorno alle mie manie. Come ben sanno altri, io di solito non partecipo alle catene. Ma questa volta mi permette di far luce su Franz Runkovich, l’uomo dietro al blog, solletica la mia voglia di esprimere il mio ego e quindi. Quindi… ringrazio Cristina, che ha un blog interessantissimo e ricco di vita.

Qualche piccola mania (innocente, intendiamoci, finché non limita la libertà altrui)

1) La mania della precisione nello scrivere. Controllo di ciò che scrivo in quanto espressione di ciò che penso. Revisiono con furia tutti i miei scritti (anche quelli più “casual”, anche i msg Whatsapp).

2) Ho la mania dell’eufonia (e.g. “ed ora”, non “e ora”!). Non disdegno i neologismi e gli influssi di lingue estere, ma tutto in una logica ferrea dell’eufonia. Si veda ad esempio Weltanschauung.

3) Controllo del tempo. La mania dell’orario. Se mi viene detto un orario, io devo essere lì a quell’ora. Spesso succede che mi trovo nel luogo prestabilito con (largo) anticipo. Questa cosa è oggetto di vertenza continua con mia moglie, che nonostante ami la precisione, sta più sul lato “ci si adatta agli eventi” e dell’orario non ne fa una mania, appunto.

4) Il Golem della conoscenza. La mania dei libri. Il libro in macchina, in metrò, a piedi. Sempre più raramente, il libro seduto in poltrona. Decaduto ormai il libro a letto, perché crollo miserabile sotto i colpi della stanchezza. Il libro come ancora di salvezza.

5) Controllo del territorio. La mania della cartine geografiche. Forse legato a doppio filo alla seconda mania da una relazione spazio-tempo. Questa mania mi permette di dialogare e litigare con il navigatore che sta sulla macchina e non sa nulla del mondo reale. Io sono dell’altro secolo, mi fregio di questo (non ho molto altro), e se devo andare in un posto, ci vado dopo aver visionato ogni singolo punto di approvvigionamento d’acqua, ogni monumento e/o punto particolare. Dei navigatori non mi fido, da piccolo luddista senza telaio. Amo particolarmente le cartine 1:25000 del Istituto Geografico Militare.

6) Approvigionamento di latte/pane. Questa è una riflessione che mi ha suggerito il punto 2) di Cristina. Devo dire che ci sono due cose che non possono mancare in casa mia, sono latte e pane. La voce “Pane” sulla lista della spesa non c’è mai. E’ automatica. Invece, vedi alla voce “Latte”: quando si arriva ad avere solo un litro di latte in casa, numerosi nistagmi si avvicendano nei miei bulbi oculari: La colazione con il caffellatte è sacra, anche quella di settimana prossima.

7) Ich Bin possibly Ein Berliner? Amo la lingua tedesca. Non l’ho mai studiata a fondo, ma un legame profondo mi ci lega. Non so spiegarmelo, ma nella vita non ci si può spiegare tutto e sopratutto bisogna accettare la bellezza. Spero prima o poi di affrontare seriamente lo studio della lingua tedesca. Ultimamente sto facendo progressi. Nel leggere il famoso titolo “Die Hard”, ho letto Die come se si trattasse dell’articolo singolare femminile, segno che un certo lavoro lettura e ascolto delle webradio in lingua mi stanno modificando il sostrato (o substrato). La mania sta nel considerarla la mia madrelingua. Forse discendo da qualche tipo di Goti.
checifaccioqui
Il fil rouge delle mie manie è riassunto dal titolo di un libro di Bruce Chatwin, “Che ci faccio qui?”. Tento di capire chi sono tramite le mie manie. Un inferno, proprio. E soprattutto “Che ore sono!?!”

Regole del TAG:

menzionare l’ideatore e chi vi ha nominato. Fatto!
Menzionare almeno 3 manie. Fatto!
Nominare 5 blog.  Non nomino blog, ma vi invito a fare questa riflessione. Scrivetela nella parte interna del vento e lasciatela scorrere. Riconoscete le vostre manie e vi sentirete meglio.

Grazie ancora, Cristina.

Annunci

One thought on “Guten Tag – le mie manie

  1. Ma le tue manie sono assolutamente fighissime!!!! Mi riconosco moltissimo nella 1 e nella 3 (difatti ripeto spesso che “la vita di un puntuale è un inferno di solitudini immeritate”), mentre la 7 te la invidio un po’, piacerebbe anche a me sentire un legame così forte con una lingua, ma forse la mia lingua madre non l’ho ancora scoperta :)!

    Liked by 1 persona

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...