Note a margine di un pianista

Bill, I believe this is killing me.”
As the smile ran away from his face
“Well I’m sure that I could be a movie star
If I could get out of this place

Note a margine di un pianista che non c’è. Più. Ancora.

Quando sono un po’ giù, mi rifugio in Piano Man. Quando sono triste, in New York State of Mind. Billy Joel è un bravo ragazzo e mi aiuta in tante occasioni, ho un feeling particolare con lui. Ma quando sono proprio a terra, mi accoccolo dentro ad una versione live di September 15, Pat Metheny Group. Soprattutto nei tre minuti di chitarra iniziali. Ci entro, mi ci metto comodo possibilmente una luce soffusa. Non so. Sarà la levità delle note, la loro sospensione nell’aria, la loro capacità di oltrepassare la ionosfera e salire fino a dove Bill Evans se ne è andato. Sarò il pensiero di un chitarrista gigante che omaggia un pianista gigante con una delle più struggenti linee musicali che si possano concepire. “Vorrei tanto essere omaggiato io così”, con una punta di egoismo chiudo gli occhi e penso nel cantuccio stretto della mia testa. Sarà che penso a un chitarrista che sta nel frusinate. Lui è uno tosto e sarà lui a suonare September 15, quando sarò morto, anche se ciò accadrà in un altro mese.

Bill Evans 10,Copenhagen 1964

“Ma via, quante sciocchezze riesci a creare nella tua testa”, mi dico. Non sono qui per organizzare il futuro, ma per lenire il presente. Poi ritorno ad ascoltare, mi accorgo che la curvatura del sentimento si è addolcita in un sorriso bagnato dal pianto. Quando escono, le emozioni permettono a ristabilire l’equilibrio interno. Better out than in, come quando si vomita. Ecco perchè una canzone così è la cosa più bella in cui io mi possa accoccolare quando sono proprio a terra. Perchè la tristezza è un valore condiviso, quando si curva all’insù e si apre alla speranza.

Se potete, ascoltate questa versione. Prendetevi 10 minuti in cui possiate mettervi comodi, fate partire la musica e ascoltate. Intensamente. Fatemi sapere cosa provate.

 

Annunci

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...