Weltanschauung

(Sarà capitato anche a voi di avere una musica in testa).

Sì, si scrive con due “u” di seguito perchè -ung è la desinenza, “anschauung” significa la visione. Se scriveste Weltanschaung, intendereste il nome della caratteristica del mondo di stare su una sella e non so nemmeno se esiste. Invece è visione del mondo. E quindi, buona visione!

Mi ricordo che da bimbo stavo ore ad ascoltare musica dalla radio. Ero come un animale che godesse dei frutti che si presentavano spontaneamente al suo incedere. Solo che ero fermo sul divano. Solo più tardi acquisii la famelicità della scelta di ciò che volevo ascoltare, perdendo in naturalezza. Nei primi dieci anni di vita ero un onnivoro musicale.

Per un capriccio ho saltato la scuola materna. E ho passato tre anni della materna ad ascoltare musica. Invece che socializzare, facevo la mia involuzione culturale. Dalla radio arrivava molta black music & disco, ma “Rock around the clock” che era sigla di qualcosa che iniziava intorno all’ora di pranzo e che io stranamente associo al riso in bianco, probabilmente per le svariate volte che mi è toccato mangiarlo. Ricordo il particolare gusto dell’amido e l’odi et amo verso quel piatto. La colonna sonora del mio sesto anno di vita è stata Disco Inferno, uscito il 29 dicembre 1976. Di colonne sonore ne ho avute tante, da là in poi.

Solo che non lo sapevo; solo che la musica traversava me come un fluido potente; solo che non ne ero cosciente. Ciò che ascoltavo, provavo a riprodurre sul bontempino. Così sono diventato quello che sono oggi. Capace di ascoltare potenzialmente tutto. Potenzialmente capace di suonare tutto. I membri della mia band (soprattutto Roby Drinkwater) se lo chiedono sempre, penso ancora adesso. “Ma tu, hai gusti musicali?”, anche se debbo dire che la questione è mal posta, se si considera l’imprinting iniziale dell’ascolto totale e totalizzante. Fatemi ascoltare gli Afterhours o Daniele Silvestri (concerto del Carroponte: fantastico!), i cori russi – beh, magari facciamo i cori bulgari, che forse Battiato ha ragione – o il Blues; i Manowar o Pino Daniele; Mozart o il Death Metal, Jarre o Battiato, Jarrett o Piazzolla e poi su fino ai giganti del Jazz: Davis, Coltrane, Chet, Thelonious, colonne portanti della musica che ho in testa. Ho le mie riserve, ovviamente. Con l’età alcuni generi o gruppi non si sono installati correttamente ed io non son capace di metabolizzarli: gli One Direction e le boy band in genere, la musica latino-americana… lassatime perde.

Fermo sul divano significa, in realtà, che ero seduto e mi agitavo tutto. Facevo degli shaker di sinapsi potenti, mettendo a dura prova la mia scatola cranica. Ne riporto ancora oggi le conseguenze. Ma la conseguenza più importante di questo rapporto viscerale con la musica è che senza musica io non funziono. Vado avanti un po’ e poi grippo. Funziona un po’ come la storia di “Questa è l’acqua” (David Foster Wallace, (il link apre un pdf, lo dico a chi ha pochi giga) cerimonia delle lauree al Kenyon college, 21 maggio 2005), dove – banalizzo – due giovani pesci non si rendono conto di essere immersi nell’acqua. Anch’io, come loro, a volte non mi rendo conto di quanto io sia immerso nella musica e nemmeno di aver sviluppato delle specie di branchie che mi permettono di respirare attraverso di essa, quando ci sono immerso. E quanddo non ci sono immerso, faccio fatica a respirare.

Ma se mi chiedete che cos’è la musica, vi rispondo come Sant’Agostino sul tempo: Nescio. Francamente se me lo chiedete non lo so. E anzi, sono io che lo chiedo a voi. Vi è capitato di avere una musica – ma cosa dico una?!? – di avere TUTTA la musica in testa? A quel punto, strabuzzerei gli occhi e direi: “Che diavolo è la musica?”. Parafrasando Daniele Silvestri: La musica è come l’acqua: Eterna. Buon ascolto.

Thelonious Monk

Annunci

One thought on “Weltanschauung

  1. Pingback: Guten Tag – le mie manie | Franz is running

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...