Ricomincio da due

oramala_v

Cominciamo da un grafico, esattamente i primi 4,10 chilometri dell’allenamento bizzarro con cinghiali e mitra, Porsche e salite, che ho fatto venerdì 3 giugno. Sono stati i chilometri pi duri, ma anche dopo ci sono stati momenti pesanti. I 19,5 chilometri allora li ho fatti in 2 ore e 11 minuti, correndo,camminando e perdendomi nel bosco dove vagavano cinghiali… Ma più vedo l’uomo, quello che è capace di fare, più amo i cinghiali. Penso che a Orlando sia stata una grossa mano a Trump. E dio scampi e liberi, come si diceva una volta!

Tornando alla pazzia da Varzi, una volta uscito dal bosco, venivo recuperato dalla moglie, dopo ulteriori 4K di camminata, a 10 chilometri da casa. Ma come stavo bene, ero uscito dal tunnel dello scarico di testa.

Sono cose che ti cambiano la prospettiva. E infatti si vede. La testa c’è di nuovo. Tra sabato e domenica, sono riuscito a correre oltre 20 chilometri, 12 sabato e 8,5 domenica.

Sabato sono riuscito a fare alcune ripetuto, alternando 1K a 4’30 con uno a circa 5′. Non male, anche nel seguito, quando ho visto che non ce n’era più (dopo il 9°) ho inserito alcuni giochi di salita nell’isola dei fiori all’Idroscalo, facendo su e giù dai gradoni del monumento alla resistenza (che poi ci sta anche bel senso del running) e un piccolo scherzetto in uscita Sud del parco quando invece che guadagnare la pista ciclabile esterna ho preso i gradoni per risalire e poi, finalmente uscire. sembravo un bambino in un negozio di giocattoli. questo amore per le salite non ha precedenti… forse sarà per la frase letta da qualche parte: le salite sono allenamenti di velocità mascherati. E io ci credo.

Poi domenica (oggi per chi scrive), dopo una giornata di lavori in casa – compreso taglio del prato e annessa raccolta dei covoni d’erba (che noi non si ha un tagliaerba con contenitore ma un “a filo” che lascia tutto in giro) – parto alle 19 per un giro defatigante. Vado al Carengione e torno, in tutto 8,5 in poco meno di 43′. Sensazione di un benessere mai sentito prima e ad un certo punto, un regalo della natura: un paio di campi pieni pieni di camomilla che sembrava di bersi una Bonomelli. E così è facile rilassarsi durante la corsa. Ne ho strappato un ciuffetto da portare a casa e l’ho dato a chi mi ha aperto la porta come segno di riconoscimento.

Doccia, cena, resoconto (che era da un po’ che non ne scrivevo).

Buona settimana a tutti.

Annunci

4 thoughts on “Ricomincio da due

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...