PAM!

Non è un titolo onomatopeico, del tipo di una gomma che si buca o un legamento che si spacca.  Non è nemmeno una promo del supermercato Più A  Meno.

È il rumore di una illuminazione minore, occorsami durante l’allenamento di sabato mattina,  iniziato pericolosamente tardi, visto il caldo di questi giorni. Alle 6:45 è tardi,  dalle 7 il sole è un martello.

Comunque dicevo: Pam!

2015-07-05 08.26.16

E sì perché il mio obiettivo era di correre 12 chilometri,  tornare all’ora di corsa. Avevo pensato che fosse semplice e fino al 6° lo è stato, con un ritmo di 5’05” – 5’10”.

Poi ho deciso di camminare un minuto. Quando ho ripreso la corsa per tre chilometri ho faticato per stare sui 5’30”. È lì che ho fatto PAM! Quante menate ho dovuto scacciare, come un discepolo di qualche filosofia orientale che deve resistere a mille fastidi, tenendo duro.

Mi sono accorto che quello che stavo facendo era Puro Allenamento Mentale. PAM!

Quando è successo, ho capito che l’allenamento valeva doppio. One for the body, one for the soul. E poi la soddisfazione di un piccolo traguardo, quello dei 12K, un’ora e zero tre.

Annunci

5 thoughts on “PAM!

  1. Pingback: Life on Mars? | Franz is running

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...