Allenamento 18 Marzo. Giant Leap Social Run.

Come ha detto Neil Armstrong «That’s one small step for [a] man, one giant leap for mankind».

«Questo è un piccolo passo per l’uomo, un gigantesco balzo per l’umanità».

Potrei dire la stessa cosa della corsa di ieri sera per le vie di Arese. Con mio fratello.  Se caricassi i dati di Carminio, si potrebbe dire che questa è una corsettina di quasi 4K. Ma per l’umanità che c’era dentro, è stato un balzo gigantesco.

Mi piace la riflessione – inserita nel post “Selfie” di Carol – sulla tendenza a isolarci proprio tramite i social network che promettono di connetterti con il mondo intero.

E’ un po’ un suonarsela e cantarsela e applaudirsi da soli, tendenza solipsistica del governo delle cose umane. Cosa c’entra la tensione del a solo con la corsa di ieri sera? Dove sta l’umanità? Beh, sappiate solo che erano decenni che non correvo con mio fratello. E lo facevamo, sapete?, quando la Martesana diventava terra mitica, lui c’era. E’ come quel quadro delle due dita che si toccano, uomo e dio, con un uomo in più e un dio in meno, però.

Ecco che cosa c’entra: urge il contatto umano. Se ci si infila nel vortice dell’isolamento, scoppieranno sempre più conflitti (nano, micro, mini, maxi, mega, tera, peta, …) e non basterà un papa che abbaia contro la Baia dei Porci. Anche se si chiama Francesco.

Anzi, già che ci sono mi faccio gli auguri da solo. Papà Francesco. E allego selfie. 

Immagine

Annunci

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...