Allenamento 16 Giugno. Alone again naturally.

“Astronauts on lunar expeditions have orbited the moon and seen its entire surface. But the rest of us have never seen more than 59 percent of it. As the moon revolves around the Earth, it always keeps one side turned away from our view. Isn’t that amazing and eerie? The second most important heavenly body, which is such a constant and intimate factor in our lives, is half-hidden. I’d like to
propose that there is an analogous phenomenon in your inner world, Sagittarius: a part of you that forever conceals some of its true nature. But I’m pretty sure you will soon be offered an unprecedented chance to explore that mysterious realm.” (Week beginning June 20; seen on http://FreeWillAstrology.com)

Dopo la bella gara al Palio dell’Ortica, torno a fare sul serio. La mia testa spinge nella giusta direzione. Anche se non capisco perchè io debba soffrire così tanto nel ritornare verso casa. Non posso fare come tutti gli altri che vanno in macchina in zona naviglio e corrono solo sulla striscia mitica.

Io, quando giro all’Assunta o all’Uboldo, non ico che mi trovo uno di quei muri fiamminghi, ma insomma, mi trovo sempre a malpartito, soprattutto se faccio male i calcoli.

Questo 16K è nato da un calcolo fatto male. Quando sono tornato verso Vimodrone per 1,5 km con i miei compari della O.S.G. incontrati per caso sul naviglio, poi ho deciso di tornare a Cernusco e lì mi si sono aggiunti quei 2 o 3 chilometri che autorizzano a citare “il troppo stroppia”.

Mi sono trovato ancora solo, naturalmente, sulla Battiloca con il nuovo complesso residenziale (“un po’ troppo denso”, per i miei gusti) e sulla Variante Cava che sta appena a sud dell’Increa. All’Increa non ci andavo  da un po’. E’ sempre un posto bello e placido. Naturalmente visto ad un’ora mattutina, non posso pensare alla bolgia che diventa nei giorni estivi e festivi dalle 9:00 in poi.

Tornando a noi, la resa dell’allenamento è stata ottima. Fisico: 16K a 5:04/km  non è male, fatti 60 ore dopo la gara del Parco Forlanini. Mentale: al 15° ho iniziato a pensae di fermarmi lì e poi invece mi sono detto: “perchè non continuare fino alla fine?”. Il trucco è stato dire tra me e me che mi sarei permesso il lusso di correre a 6’ al km. Con quel trucco lì, il corpo si è rilassato quel tanto da arrivare a correre un chilometro in più, come se si fosse preparato a ricevere il dolore in più necessario per resistere. Adesso si tratta di resistere giusto questi due mesi di caldazza mostruosa e mietere risultati in settembre.

Annunci

2 thoughts on “Allenamento 16 Giugno. Alone again naturally.

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...