Inzaghissima (“Con viva e vibrante solitudine”)

E così, liberato da altri impegni pregressi, domenica 21 aprile, in un’Italia che avrà eletto il suo nuovo Presidente della Repubblica, parteciperò alla seconda edizione della Inzaghissima insieme ai ragazzi del gruppo O.S.G. Podistica di San Giuliano di Cologno Monzese.

Saremo impegnati nelle varie distanze (6K, 12K, 21K) ognuno con gli obiettivi personali che si è scelto (chi ricominciare, chi migliorare, chi rifiatare) ma stretti come le dita della mano di uno stesso pugno alzato.

La-solitudine-del-maratonetaSoprattutto correremo tutti sostenendo il nostro amico Attilio con la nostra vicinanza affettuosa e convinta (qualcuno direbbe “viva e vibrante”).

Attilio correrà la Maratona di S.Antonio. Anche se lo sente come un azzardo (perché non si sente pronto), Attilio dice: “Correro’ comunque e mi sentirei meno solo se idealmente mi accompagnaste”. Sarà fatto, Attilio, ti accompagniamo!

Per concludere questo post, riporto una citazione – fatta da Angelo, un altro dei nostri – con la quale mi trovo d’accordo:

Correre è sostanzialmente Libertà ma è anche solitudine. Proprio attraverso quel particolare tipo di solitudine intensa, paradossalmente comunicativa, in cui i pensieri scorrono a fiumi e ci si ri/conosce, in cui ci si sente unici ma non isolati. Quella solitudine che solo in alcuni speciali attimi del correre si scopre. E, chi corre lo sa, si predilige e se ne va in cerca.

inzaghissima

Dimenticavo: io non so ancora quale sia il mio obiettivo per domenica. 12 o 21? Non lo so. Ci devo pensare. Ma non sono solo.

Per Mat la solitudine ha il suono del tema principale della colonna sonora di Truman Show (Philip Glass)

Annunci

5 thoughts on “Inzaghissima (“Con viva e vibrante solitudine”)

  1. Nelle bellissime note di Sakamoto c’è malinconia. La solitudine è anche malinconica ma quella che si prova durante la corsa secondo il mio modesto parere, ha la colonna sonora di Philip Glass: Il tema principale di “The truman show”.

    Agli obiettivi raggiunti, a quelli che non raggiungeremo mai e a quelli che ci aspettano al traguardo.

    😉
    Mat

    Mi piace

  2. Solitudine… questa parola mi porta una sensazione di tristezza. Ma correre non mi dà tristezza… Non ho mai affrontato una maratona ma penso sarebbe lo stesso: correre mi dà la sensazione di essere un tutt’uno con ciò che mi circonda, con il mondo, con l’universo.

    Mi piace

  3. Pingback: Situazione Win-Win – Franz is running

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...