Allenamento 17 Febbraio. Impareremo a camminare

Oggi ho corso per due ore di seguito. Lo volevo fare anche se non era strettamente necessario per correre una mezza maratona. Per la preparazione dei 21,097 non c’e’ bisogno di arrivare alla distanza, basta fare un paio di 18K ben assestati sul ritmo che si intende tenere.

Ma era da un po’ che volevo superare il mio record di chilometri corsi, che erano 22, corsi tanto tempo fa.

Mi ero fatto tutto uno schema in testa: 10K in 50′, poi 5K a 5’10″/km e altri 5 a 5’20”, per poi fare gli ultimi 17-18 minuti un po’ come venivano. La prima parte l’ho fatta in poco meno di 50 minuti, pero’ non a 5/km come previsto, ma facendo km a 5’10” e alcuni a 4’40”, in una maniera che mi sembrava un po’ dispersiva. Invece poi i successivi 5K li ho corsi a 5’10” ciascuno in maniera molto giudiziosa, ma dovevo sempre stare attento a non accelerare. Mentre facevo dal chilometro 10 al 15, mi chiedevo come avrei fatto a ridurre ulteriormente il ritmo. Ma non c’e’ stato bisogno perche’ dal 15 al 20 ho corso un po’ piu’ veloce, arrivando poi alla mezza in 1h46’15” (un minuto e mezzo sopra il mio PB, ma era un allenamento!) per soffrire negli ultimi 15 minuti. Nonostante la sofferenza psicologica ho corso gli ultimi 700 metri a 5’06″/km.

Insomma tanti e troppi numeri oggi per descrivere questo allenamento. Io mi sono immaginato che mi sarebbero spuntate le ali, che avrei finalmente capito cosa vuol dire correre una maratona. Invece, dopo che mi sono perso in un parchetto in zona via Livorno a Sesto S.G., girando a vuoto su una collinetta, la sofferenza e’ stata molta e ho capito che non sono pronto per affrontare una distanza maggiore della mezza maratona.

Sono rimasto molto male dal fatto che non ho afferrato il significato di correre una maratona, ma devo dire che l’allenamento di oggi (corso a 5’06″/km in totale) e’ stata una cosa grandiosa. Niente mal di gambe! Solo un mal di schiena che mi fa capire che per certe distanze ci vuole un fisico bestiale. 🙂

Mi sono fermato a un chilometro da casa, allo scattare dei 120 minuti, e ho camminato con un sorriso di soddisfazione dipinto in faccia. Ora posso archiviare questa esperienza e riesumarla quando sara’ il momento di parlare di maratona. Per ora non serve. Questi 23 chilometri e 700 metri li ho messi via, il mio limite si e’ spostato piu’ avanti: non e’ necessario fare polemica. “Succede anche a noi di far la guerra e poi voler la pace”. Se dovro’ correre una maratona, imparero’ a camminare con nuove gambe e con una testa diversa.

Dettagli dei 23,71 km uno per uno:

Split
Time
Distance
Avg Pace
Summary 2:00:02.0 23.71 5:03
1 5:11.1 1.00 5:11
2 4:58.7 1.00 4:59
3 5:16.9 1.00 5:17
4 4:56.8 1.00 4:57
5 5:12.6 1.00 5:13
6 4:50.8 1.00 4:51
7 4:53.2 1.00 4:53
8 4:47.6 1.00 4:48
9 4:47.5 1.00 4:48
10 4:54.0 1.00 4:54
11 5:04.1 1.00 5:04
12 5:09.7 1.00 5:10
13 5:05.6 1.00 5:06
14 5:09.6 1.00 5:10
15 5:06.4 1.00 5:06
16 4:51.6 1.00 4:52
17 4:57.0 1.00 4:57
18 5:01.9 1.00 5:02
19 5:05.9 1.00 5:06
20 5:10.6 1.00 5:11
21 5:18.3 1.00 5:18
22 5:13.8 1.00 5:14
23 5:20.5 1.00 5:21
24 3:37.9 0.71 5:06
Annunci

5 thoughts on “Allenamento 17 Febbraio. Impareremo a camminare

  1. Secondo me hai un po’ troppa impazienza. Non è che siccome oggi hai faticato a correre 24k allora non sei in grado di fare una maratona. La prima volta fatichi, la seconda va meglio, la terza arrivi a 26. E poi 28, e poi 30, e poi 32. La mia prima l’ho corsa con solo due lunghissimi da 32, ad esempio. E allora? Preparare un IM mica significa fare in allenamento 6k di nuoto, 220 di bici e 50 a piedi. L’allenamento ci deve portare alla gara in grado di arrivare in fondo, ma non puoi pensare di fare i record sulla distanza tutte le settimane. Pazienta e sii costante, farai la tua maratona, ne sono certo.

    Mi piace

    • La cosa buffa è che ho voluto fare questo test non pensando minimamente alla maratona, perchĂ© infatti sto preparando una mezza. Solo che il pensiero della maratona mi si è insinuato, proprio a causa della fatica percepita soprattutto nell’ultimo quarto d’ora. 🙂
      Hai ragione, quando avrò la testa sulla maratona, allora ragionerò diverso. Ora sono solo contento di aver fatto questo test, le gambe stanno bene, solo un po’ di mal di schiena ma sta passando. E ieri pomeriggio ho portato mia figlia a provare ad andare senza pedali sulla bici, ed è stato fantastico perchĂ© ha fatto dei pezzi da sola, anche se continuava a chiedermi “mi stai tenendo?” e io rispondevo di sì. Poi quando le abbiamo detto che era andata da sola per alcuni pezzi, è stata tutta contenta (e noi anche!) . Intanto ho racimolato un altro chilometro e mezzo di corsa, tutto piegato. Forse il mal di schiena mi dura anche per quello 🙂
      A presto

      Mi piace

  2. Pingback: Allenamento 19 Febbraio. A margine di tutto questo correre. – Franz is running

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...