Allenamento 15 Febbraio. 10K con due ripetute.

Stamattina un buon allenamento di 10K strutturato in questo modo:

1K di riscaldamento, due ripetute da 3K sui 4’40” a chilometro con recupero di 1K  fatto sui 5’/km e ultimo chilometro a 4’20”, segno di una buona condizione generale.

Ho dovuto forzare il mio corpo intorpidito, che non si voleva svegliare del tutto ma alla fine l’allenamento ha ripagato abbondantemente in endorfine, sensazioni di benessere, gioia di vivere.

Il quarto chilometro ha una media di 5’/km perché mi sono impelagato su un tratto (saranno 150 metri o poco più) stretto e pieno di neve a margine di una scarpata, con visibilità ridotta dal buio (ho corso tra le 6 e le 7). Chi conosce l’Increa conosce quel tratto di percorso, che sta sopra al primo parcheggio, appena in rialzo rispetto all’anello principale ed è largo 50 centimetri.  Vebbè, ma sto sempre a lamentarmi di qualcosa. E’ stato l’unico momento di “stress” 🙂

La tabella che segue dà il dettaglio:

1 5:18.2 1.00 5:18
2 4:39.6 1.00 4:40
3 4:36.8 1.00 4:37
4 5:00.2 1.00 5:00
5 5:11.9 1.00 5:12
6 4:35.6 1.00 4:36
7 4:32.8 1.00 4:33
8 4:38.3 1.00 4:38
9 4:54.5 1.00 4:54
10 4:21.0 1.00 4:21
11 :53.6 0.19 4:39

Oggi la testa era presente sul percorso (anche perché in alcuni tratti sarei caduto, scivolato giù per la scarpata!) e non ho avuto occhi per il cielo, che ho visto illuminarsi pian piano per arrivare, verso le sette, a quel particolare azzurro -che io chiamo retroilluminato – che riesce ad accendere tutto il paesaggio.

Mentre correvo ripensavo all’esibizione di ieri sera di Antony & the Johnson. Tra parentesi, erano anni (tipo venti) che non guardavo Sanremo – anzi, detto più direttamente: Sanremo mi faceva schifo! – ma questa edizione mi sta piacendo (ho visto martedì sera fino a Crozza e ieri sera da metà dell’“editoriale” della Luciana Littizzetto sulle donne fino a Daniele Silvestri con la sua grande canzone, “A bocca chiusa”) per la scelta degli ospiti e per la conduzione sempre intelligente. Tra l’altro Roberto Baggio, con l’appello ai giovani, mi ha sorpreso piacevolmente.

Beh, dicevo: l’esibizione di Antony, la sua voce, le parole, sono state una cosa potente. Oggi non avevo attenzione se non per la corsa, ero perfettamente presente sul percorso e controllavo il ritmo e le sensazioni del corpo. Eppure un fiume in piena di discorsi e suggestioni hanno scavato in me un altro pezzo di esperienza unica e irripetibile.

Dati tecnici dell’allenamento 15 Febbraio.

Domenica dovrei fare 120 minuti di corsa. Mi serve per capire cosa vuol dire stare sulle mie gambe a lungo. Per ora il mio record è 1 ora e 45 minuti. L’obiettivo è la distanza e non il tempo, stavolta. Si accettano consigli, ma vorrei partire appena sotto i 5’/km, tenerli per 10K per poi fare un tratto da 5K a 5’20″/km e un altro da 5K a 5’10″/km, per poi concludere il tutto (i restanti 17-18 minuti) a 5’30” al chilometro. Facendo così dovrei totalizzare 23 chilometri e rotti.

Annunci

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...