Fortemente Off Topic /8 K.626, Live Version.

Running acribus addictis.

Di tutte le cose che ho ascoltato di Mozart, questa è la più bella. Senza alcun dubbio.
Quando ero più giovane – parlo di 20 anni fa – regalai a mio padre il CD per un suo compleanno.
Non capii perchè, ma si arrabbiò parecchio.
Non ci misi molto a capire, anche se ci misi molto di più ad accettarlo da uno che è sempre stato appassionato di musica (tanto da iniziare a studiare pianoforte a 65 anni).

Anche riconoscendo la sconfinata maestria, lui vedeva una jattura laddove io vedevo solo il genio. Potenza della giovinezza. Eppure, ora che sono passati vent’anni e io ne ho il doppio, non vedo ancora altro che genio, genio, genio.

Wolfgang Amadeus Mozart: Requiem in D minor (K.626) Live Version.

I. Introitus: Requiem aeternam (choir with soprano solo)
II. Kyrie (choir)
III. Sequentia:
– Dies irae (choir)
– Tuba mirum (solo quartet)
– Rex tremendae majestatis (choir)
– Recordare, Jesu pie (solo quartet)
– Confutatis maledictis (choir)
– Lacrimosa dies illa (choir)
IV. Offertorium:
– Domine Jesu Christe (choir with solo quartet)
– Versus: Hostias et preces (choir)
V. Sanctus & Benedictus:
– Sanctus (choir)
– Benedictus (solo quartet and choir)
VI. Agnus Dei (choir)
VII. Communio:
– Lux aeterna (soprano solo and choir)

PS. Quel CD ce l’ho io.

Annunci

2 thoughts on “Fortemente Off Topic /8 K.626, Live Version.

  1. Nella mia limitata cultura classica il requiem è al primo posto assoluto. Potrei ascoltarlo all’infinito e rimanere ogni volta travolto e tramortito dalla sua forza.

    Ci sono due motivi principali per cui lo adoro: il secondo è l’amore che ho per il confutatis maledictis il primo è il come sono stato conquistato dal requiem. In una situazione troppo lunga da spiegare mi fecero vedere un video di sole immagini di repertorio di hitler dell’esercito nazista e simili, immagini che avevano il requiem come sottofondo (requiem che non conoscevo) e mi chiesero che impressione ne avevo ricavato.
    A differenza degli altri che erano cone me, dissic che mi sembrava un funerale e non una celebrazione.

    Scoprii poco dopo che la musica era il requiem e mi resi conto che la forza comunicativa della musica aveva decisamente sovrastato quella delle immagini.

    Andai ad acquistare il cd pochi giorni dopo.

    Reeex! Reeeeex! Reeeex tremendae maiestatis!

    Mi piace

    • Io conosco un poco la musica classica, anche grazie al fatto di aver studiato il pianoforte. Qualche “K.” l’ho suonata anch’io (ma tipo le sonate per pianoforte). Molte altre K le ho ascoltate. Prendi anche la Marcia Turca o – in un altro lato – il Flauto Magico. Mozart è veramente grande e versatile (detto così sembra un mobile deell’IKEA, già ma perchè non fanno un mobile dal nome Mozart?!?) e se poi scorri il catalogo Koechel (vedi tweet di ieri) e lo associ agli anni in cui certe opere sono state composte ti vengono ancora di più i brividi. Conta che Mozart ha l’alfa nel 1756 e l’omega nel 1791 (5 dic.).

      Io sono rimasto affascinato dalla spiega del Requiem (in particolare del Confutatis maledictis) che c’è nel film “Amadeus”, film criticatissimo perchè sembra un po’ inventato come storia ma assolutamente dirompente per la forza e la tragedia del “genio e sregolatezza” (sì, anche lui).

      Insomma, un genio.

      Mi piace

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...