Diciamo la verità / Dove casca l’asino

La prima cosa che dovrò fare è al ritorno dalla mezza è alzare a 3 il numero di allenamenti settimanali. Sono andato avanti qualche mese facendone solo due e questi hanno dato i loro frutti. In agosto ne ho fatti 3 a settimana, ok, è già un inizio. Ma 3 allenamenti a settimana con il resto della vita che impone il suo ritmo, quello sì che sarà una sfida.

Ora la verità: se voglio lavorare sui 10K a partire da ottobre per cercare di abbassare il tempo sulla distanza, dovrò studiare una maledetta tabella. E poi mantenere fede a essa. E qui, molto probabile, cascherà l’asino.

Non sono per niente bravo a seguire una tabella. Per ora ho seguito un più o meno. Facevo un allenamento sulla distanza e uno più corto e veloce. Così mi sono salvato per un po’. Ma lavorare su un obiettivo come quello di abbassare il tempo dei 10K sotto i 45 minuti richiederà altri sacrifici. L’ho già visto il plateau, è lì che mi aspetta. Mi sa che non sarà facile andare sotto i 45′ e poi, sempre di più, sotto i 44′, sotto i 43′ e così via.

Mi verranno utili la passione e la dedizione con cui ho corso in questi mesi. Questo sì che sarà il terreno solido che permetterà all’asino di non cadere. Perchè se l’asino cade, il treno degli impegni gli si farà sopra senza tanti complimenti. Quindi spero che per ottobre avrò imparato a usare quel tanto di costanza per raggiungere qualche obiettivo.

Annunci

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...